Mi vuoi sposare?

 

Come farle dire di sì senza esitazioni grazie alla proposta perfetta, anche se sei l’uomo meno romantico di sempre

 

Tutto ad un tratto mi sentivo che non potevo aspettare oltre. Era più forte di me, erano i suoi occhi che sembrano sempre fanali nel buio? Erano i suoi ricci che sobbalzavano ad ogni passo?

Non ne ho davvero idea, e sinceramente non importa. Ciò che conta è che non potevo aspettare oltre.

Era fine giugno, ci trovavamo in vacanza, in una di quelle casette molto caratteristiche vicino ad Otranto. Il trullo con piscina a Cisternino doveva aiutarci a staccare dallo stress del lavoro e della routine quotidiana.

Non era una vacanza come le altre. Abbiamo sempre fatto grandi viaggi io e lei, avventure incredibili, traversate del deserto, ma quell’anno volevamo solo il nostro amato riposo.


Per la prima volta da quando ci conoscevamo, avevamo programmato una vacanza in totale relax senza cambiare ogni giorno alloggio e città.

Una cosa nuova per noi, che odiamo i villaggi e dopo 3 giorni in spiaggia ci lanciamo fra le rocce nella speranza che qualcosa di incredibile accada.

Eppure ne avevo assolutamente bisogno.

E penso sia stato quello, in realtà, ora che ci rifletto, penso sia stata la certezza che anche sul lettino a dormire, la mia vita era bellissima, se, girando il collo, potevo vederla.

Siamo tutti convinti che l’amore sia quella cosa struggente che ci porta via, quel sentimento travolgente e spesso insensato che corrobora ogni parte del nostro corpo, ma la verità è che è l’inizio.

Le ore a sussurrarsi romanticherie, l’emozione nello stomaco, la sensazione di non poter controllare ciò che si prova, è solo il primo passo, dopo ci sono due strade: la tanto temuta noia, e l’amore, quello vero.

La noia mi ha sempre spaventato tanto, per questo mi tengo in movimento, mi lancio in progetti in continuazione, ed una di quelle sere ho però avuto la conferma che non sarebbe stato il nostro futuro.

Lì, al tramonto, mentre sorseggiavamo il nostro aperitivo, le ho detto quello che pensavo.

 

“Non c’è più tempo da perdere, sono 14 anni che siamo insieme, a settembre ci sposiamo”

Non se so ho usato proprio queste parole ma il concetto era questo. Lo so, lo so, non è così che si fa, ci si inginocchia, si prendono le sue mani fra le tue e le si dice qualcosa che le faccia capire che sarete voi due, per sempre di lì in avanti.


Ma io non ce la facevo più, era da tempo che cercavo il modo giusto per chiederle la mano, per regalarle l’anello giusto, ma non trovavo mai la situazione adatta, e dopo aver capito che anche a 50, 60, 70 anni, l’avrei sempre amata così, ho detto quelle parole.


Così abbiamo finito per sposarci quasi 2 anni fa, senza che le facessi una proposta seria, romantica, di quelle giuste insomma, di quelle che lei, più di tutte, merita.

In realtà non ho ancora smesso di pensarci, prima o poi so che troverò la situazione che mi aspetto. Ma non è ancora arrivato quel giorno.

E credo sia per questo che al Borducan, dove io e mio fratello siamo da un anno mi mostro quasi più entusiasta della sposa quando ci sono promesse di matrimonio.


E non è capitato una volta, ma bensì 7 volte che dei giovani ragazzi prendessero l’occasione di una cena a Lume di Candela per chiedere la mano alla loro dolce metà.


Marco ad esempio ha affittato la saletta del camino tutta per lui, Giovanni ha aspettato il dolce durante la cena a Lume di Candela e li ha tirato fuori la scatola con l’anello, si è inginocchiato e ha fatto la sua parte. Luca ha preso direttamente il pacchetto Lusso di Coppia, quello con la cena servita in Suite e pernottamento con colazione.


Ma l’esperienza più Romantica e toccante è stata la proposta di Andrea.


Lui ha stimolato la mia fantasia e abbiamo messo insieme una proposta davvero incredibile.

Stefania non avrebbe mai potuto dire di no!


Mio fratello Maurizio, lo Chef, si è studiato un dolce al cioccolato ricoperto di foglie d’oro dove appoggiare l’anello con il diamante da un paio di carati in oro bianco.

Io mi sono organizzato per fare una ripresa della proposta che sembra quasi professionale, tutti hanno le foto e i video del matrimonio, ma in quanti hanno la foto o il video del momento più commuovente della loro vita? Il momento in cui inizi a promettere che sia per sempre?

Abbiamo messo su la canzone preferita di Stefania, una famosa canzone di Vasco rossi e al momento del dolce è scattato il piano.

Tutto ha funzionato alla perfezione, gli altri clienti in sala sono rimasti a bocca aperta e appena lei è saltata in braccio stringendolo a sé piangendo, è scoppiato un applauso.

Vedevo negli altri tavoli volti commossi e felici, come se non si aspettassero più che a questo mondo possono ancora accadere cose belle.

Se vuoi commuoverti un po’, puoi andare sul nostro sito e vedere il video con i tuoi occhi, prepara i fazzoletti però, ti avviso.

 


Dopo quella volta io e mio fratello abbiamo deciso che questo dolce sarà sempre a disposizione dei nostri clienti. Non sia mai che alla vista della terrazza, con il lago alle spalle, la luce che diventa rossa e tremula, qualcuno capisca di voler fare il passo, ma debba aspettare, impreparato.

Per questo abbiamo anche preso un diamante che abbiamo sempre disponibile, oppure su prenotazione con anelli personalizzati.

Ma quello che è più importante è che ogni richiesta sarà personale, perché non può essere una cosa standard, non può andare bene per Stefania, Ambra, Marta e Roberta, ad ogni donna la sua proposta, ad ogni storia d’amore la sua promessa.

 

Dici che sto esagerando? Senti come vorrei organizzare la prossima proposta al Borducan:

 

Musica preferita di lei suonata dal vivo, con una violinista o una piccola band che arriva al momento fatidico.

Petali di rose rosse e bianche che cadono dal cielo, intorno al tavolo.

300 rose rosse e bianche che poi rimarranno a ricordare la serata.

Uno striscione che compare fuori dalla nostra terrazza, incorniciato dal panorama dei nostri laghi e palloncini a forma di cuore.

Infine il nostro tortino al cioccolato fondente, con le foglie d’oro che accolgono un anello per la fatidica proposta.

 

Sei pronta a dire di SI’?

 

Sarà che sto cercando di farmi perdonare per quella proposta mancata, sto cercando di ridare all’amore quello che io ricevo da lei tutti i giorni…


Forse inventandomi queste bellissime esperienze cerco solo di sentirmi un po’ meno frustrato dal fatto che non trovo il modo giusto per chiederle la mano.

E alla fine gliela chiederò?

Sono certo di sì, troverò il momento giusto per farlo, è solo questione di tempo.

E tu come le hai chiesto di sposarti? E se non lo hai ancora fatto come vorresti farlo?


Non vedo l’ora di organizzare la prossima proposta di matrimonio, correre a casa, raccontarlo a mia moglie e vederla piangere commossa mentre io sghignazzo, è bellissima anche quando piange, non posso farci niente.


O forse piange perché sta ancora aspettando la mia grande proposta, ma sono sicuro che quando ne avrò realizzate centinaia alla perfezione, potrò finalmente trovare quella giusta per lei.

Da oggi in avanti comunque, tutti coloro che non sanno come fare la proposta di matrimonio hanno un alleato in più qui al Borducan, il Tortino “Marry Me” è sempre pronto per voi e se ci chiamate con un po’ di anticipo possiamo organizzare tutto in modo da lasciare lei a bocca aperta.

In alto i calici, per te e lei!

Riccardo

Se sei pronto per fare questo importante passo, lascia qui i tuoi dati e ti ricontatterò personalmente prima possibile.